Cristante Francesca - Variabili Qualitative in Psicologia: Metodi e Modelli Statistici


Cristante Francesca - Variabili Qualitative in Psicologia: Metodi e Modelli Statistici

Scorte disponibili
Tempi di consegna: 2-3 giorni lavorativi

PREZZO COPERTINA 22,00 €
20,90
Risparmiate 5 %
PREZZO DI VENDITA
Prezzo comprensivo di IVA, +
(eventuali spese di) spedizione


Lo scopo di questo lavoro è di presentare un insieme di metodi e modelli statistici per l'analisi dell'associazione di variabili categoriche nominali e ordinali. La scelta di trattare un insieme di tecniche per l'analisi di variabili qualitative assume particolare significato in settori della psicologia, come spesso accade per la psicologia clinica, nei quali le misure a disposizione sono a livello qualitativo, e, inoltre, i dati dell'indagine non sempre consentono assunzioni sulle caratteristiche distribuzionali.

Dopo aver richiamato alcuni fondamenti relativi alla probabilità di eventi indipendenti, i temi che vengono presentati seguono due linee principali: secondo un approccio di tipo più tradizionale, sarà illustrata una categoria di metodi che si fondano sul modello probabilistico moltiplicativo, e, secondo un approccio che si è sviluppato più di recente e che è caratterizzato da un insieme di modelli log-lineari, verranno presentate alcune procedure che si fondano sul modello probabilistico additivo. Segue, nell'ambito delle variabili con categorie ordinali, la presentazione di una tecnica di analisi di tipo log-lineare, che consente il controllo dell'attendibilità di un particolare modello di funzione di probabilità.

La necessità di trattare l'argomento relativo a modelli log-lineari, è determinata dal fatto che tali modelli rappresentano una innovazione di particolare efficacia nello studio dell'associazione tra variabili qualitative in psicologia.

La messa a punto di tali metodi ha fornito la soluzione di problemi misurativi e distribuzionali che le tecniche più tradizionali lasciavano insoluti e ha, in tale modo, aperto una prospettiva che collega, in maniera molto stretta, l'analisi di variabili discrete con l'analisi di variabili continue, in particolare per quanto concerne il controllo degli effetti indotti principali e di interazione nella relazione tra variabili.

Le procedure di analisi qui presentate si collocano inizialmente in una prospettiva bivariata, che pone i fondamenti di un ragionamento che successivamente verrà esteso all'analisi multivariata.

La lettura dei temi trattati richiede la conoscenza degli elementi fondamentali della statistica descrittiva, della teoria della probabilità, delle principali funzioni di probabilità e dei procedimenti di inferenza statistica. Le conoscenze matematiche necessarie sono state mantenute a livelli elementari.

Si ritiene che questo lavoro possa essere utile in particolare ai ricercatori nell'ambito della psicologia clinica e, più in generale, in qualunque ambito della psicologia, nel quale si trattano variabili discrete. I temi toccati possono rivestire speciale interesse per gli studenti di psicologia, che affrontano lo studio delle metodologie quantitative nei corsi del triennio, e ai quali il presente lavoro è stato in particolare dedicato.

Come si vedrà, si è voluto iniziare questa raccolta di argomenti con un diagramma che indica dove, nell'ambito delle principali metodologie di analisi statistica, si collocano i metodi e i modelli presentati.

Il lavoro si conclude proponendo alcuni problemi che consentono agli studenti di esercitarsi sia per quanto riguarda la comprensione dei concetti esposti, sia relativamente alle applicazioni dei metodi e dei modelli trattati in contesti numerici.

Cerca anche queste categorie: Home page, EDITORE